.
Annunci online

angeloinvolo
...animo candido in un cuore puro
 
 



 

Felicità raggiunta, si cammina
per te sul fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s'incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t'ama.
Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari,il tuo mattino
e' dolce e turbatore come i nidi delle cimase.
Ma nulla paga il pianto del bambino
a cui fugge il pallone tra le case.
E. Montale




Solo un mano d'angelo
intatta di sè, del suo amore per sè,
potrebbe
offrirmi la concavità del suo palmo
perché vi riversi il mio pianto.
La mano dell'uomo vivente
è troppo impigliata nei fili dell'oggi e dell'ieri,
è troppo ricolma di vita e di plasma di vita!
Non potrà mai la mano dell'uomo mondarsi
per il tranquillo pianto del proprio fratello!
E dunque, soltanto una mano di angelo bianco
dalle lontane radici nutrite d'eterno e d'immenso
potrebbe filtrare serena le confessioni dell'uomo
senza vibrarne sul fondo in un cenno di viva ripulsa

A. Merini






E poi che le parole sue restaro, non altrimenti ferro disfavilla che bolle, come i cerchi sfavillaro. L'incendio suo eguiva ogni scintilla; ed eran tante, che'l numero loro più che'l doppiar de li scacchi s'immila. Io sentiva osannar di coro in coro
al punto fisso che li tiene a li ubi; e terrà sempre, nè quasi sempre fuoro.
"Canto degli angeli XXVIII Canto del Paradiso"


E lentamente il vento mi risveglia, e il tuo spiegar d'ali già mi commuove, soavi, sublimi sono i tuoi passi per te che cammini in un pavimento di rose e narcisi, sembran dei girasoli oppur noi somigliam loro?
Non v'è risposta e tu non mi rispondi dolce angelo che a volte mi confondi...
eppur potresti accoccolarti a me una volta ancora, una sola volta...
e riscoprir con me la dolce aurora.
F. Pes







 

29 aprile 2009
ansiosa((la))mente

...questo suo modo di essere e di non essere, relativo alla sensazione dolorosa e stupefacente di sentirsi attori di se stessi e dei propri sentimenti, interpreti di realtà modificate e modificabili da improvvisi quanto inaspettati cambi di scena su un palcoscenico in cui si susseguono maschere tragiche, poi comiche, poi ancora tragiche, ad libitum, e che mutano in misura dei nostri stessi disperati mutamenti. Ci interessano le sue "voci di dentro" attraverso le quali esprime la propria lucida inquietudine.


Non sono nulla, non posso nulla,
non perseguo nulla.
Illuso, porto il mio essere con me.
Non so di comprendere,
né so se devo essere,
niente essendo, ciò che sarò.
A parte ciò, che è niente, un vacuo vento
del sud, sotto il vasto azzurro cielo
mi desta, rabbrividendo nel verde.
Aver ragione, vincere, possedere l'amore
marcisce sul morto tronco dell'illusione.
Sognare è niente e non sapere è vano.
Dormi nell'ombra, incerto cuore.

Fernando Pessoa

 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. incertezze ansia una notte insonne

permalink | inviato da a n g e l s il 29/4/2009 alle 16:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
24 settembre 2008
Favole
 

I casi degli uomini

Un tale si lamentava della sua sorte; allora Esopo, per consolarlo, inventò questa storia. Una nave era sballottata da una furiosa tempesta; fra i passeggeri lacrime, terrore di morire; all'improvviso, il tempo cambia e si rasserena; la nave, ormai sicura, si mette a navigare sospinta da venti favorevoli; i marinai si lasciano trasportare da esultanza sfrenata. Allora il timoniere, reso saggio dai pericoli, disse: "Bisogna gioire con misura e piangere con moderazione; tutta la vita è un miscuglio di gioia e dolore".


13 marzo 2008
Imprevisti già visti!
Bussano alla porta.
Vado ad aprire…sono i fratelli P&P: “Ella, c’è Jian?”
Ella: “ si, ragazzi accomodatevi”
Li vedo nervosi…mi preoccupo, ma non oso chiedere nulla.
Di nuovo la porta…arriva anche Tony chiede anche lui di Jian, entra e si apparta con gli altri nello studio. Telefonini che non smettono di squillare e voci che si animano: mi convinco che il fatto è grave.
Jian: “ cara ordina una pizza e prepara il vino …i tempi sono lunghi”
Eseguo gli ordini poi una volta a tavola m’infondo coraggio e chiedo: “ ma cosa è successo?”
A rispondermi è uno dei fratelli P, quello il cui nome è tutto un programma, e dalle sue parole capisco che i miei timori erano fondati: pensavano a salvare la faccia e non si sono accorti che erano stati mirati al culo…li hanno silurati!”

12 marzo 2008
E poi dicono che i soldi non cambiano la vita....la cambiano!la cambiano!
ieri, ascoltando il notiziario, ho appreso la notizia che una coppia di genitori giovani, americani naturalmente, ha deciso di sottoporre la loro bimba a diversi interventi di chirurgia plastica per mascherare la sua fisionomia down. Ora io dico: "ma stiamo scherzando?!...cambiarle la faccia???????...e servirebbe a cosa?...a migliorarle l'esistenza dicono...già basta che non sia se stessa!!!!! Poi mi è capitato di leggere un racconto ed ho capito il problema di fondo: eh, sì  mi sà che qui Dio ha sbagliato; ha sottovalutato l'egoismo della madre in questione , la quale è convinta di poterlo fare lei... il miracolo!

vi è mai capitato come vengano scelte le madri di bambini imperfetti? in qualche maniera riesco a raffigurarmi Dio che dà istruzioni agli angeli, che prendono nota in un registro gicantesco.
"Paul, figlio, per Beth; Sara, figlia, per Susan." Poi tocca alla terza mamma in elenco. L'angelo guarda Dio, La mostra sui down a Romache sorride e dice "a questa diamole un figlio con un hadicap". L'angelo è curioso: "perchè a questa qui, Dio? Lei è così felice!
"Esattamente" risponde Dio continuando a sorridere: "potrei mai dare un figlio imperfetto ad una donna che non conosce l'allegria? Sarebbe una cosa crudele".
"Ma ha pazienza?", chiede l'angelo. "Non voglio che abbia troppa pazienza, altrimenti affogherebbe in un mare di autocommiserazione e pena, una volta superati lo shock e il risentimento di sicuro ce la farà".
"Ma, signore, penso che quella donna non creda nemmeno in te". Dio sorride "non importa.Quella donna è perfetta : è dodata di una certa dose di egoismo".
L'angelo resta senza fiato."perfetta perchè egoista? e da quando l'egoismo è una virtù?". Dio annuisce." Se non fosse capace di separarsi ogni tanto dal figlio non sopravviverebbe si, ecco la donna cui darò la benedizione di un figlio meno perfetto. Non se ne renderà conto subito, ma sarà da invidiare, non darà mai per certa una parola. Considererà ogni piccolo progresso un fatto straordinario, a fronte del lieve miglioramento le sembrerà essere testimone di un miracolo. Le concederò poi di vedere chiaramente le cose che vedo io - ignoranza, crudeltà, pregiudizio- le concederò di levarsi al di sopra di esse. Non sarà mai sola. io sarò al suo fianco ogni minuto di ogni giorno della sua vita, perchè starà facendo il mio lavoro infallibilmente, come se fosse al mio fianco".

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. angeli decisioni discutibili

permalink | inviato da a n g e l s il 12/3/2008 alle 13:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre       
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
Feed
blog letto 1 volte