.
Annunci online

angeloinvolo
...animo candido in un cuore puro
 
 



 

Felicità raggiunta, si cammina
per te sul fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s'incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t'ama.
Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari,il tuo mattino
e' dolce e turbatore come i nidi delle cimase.
Ma nulla paga il pianto del bambino
a cui fugge il pallone tra le case.
E. Montale




Solo un mano d'angelo
intatta di sè, del suo amore per sè,
potrebbe
offrirmi la concavità del suo palmo
perché vi riversi il mio pianto.
La mano dell'uomo vivente
è troppo impigliata nei fili dell'oggi e dell'ieri,
è troppo ricolma di vita e di plasma di vita!
Non potrà mai la mano dell'uomo mondarsi
per il tranquillo pianto del proprio fratello!
E dunque, soltanto una mano di angelo bianco
dalle lontane radici nutrite d'eterno e d'immenso
potrebbe filtrare serena le confessioni dell'uomo
senza vibrarne sul fondo in un cenno di viva ripulsa

A. Merini






E poi che le parole sue restaro, non altrimenti ferro disfavilla che bolle, come i cerchi sfavillaro. L'incendio suo eguiva ogni scintilla; ed eran tante, che'l numero loro più che'l doppiar de li scacchi s'immila. Io sentiva osannar di coro in coro
al punto fisso che li tiene a li ubi; e terrà sempre, nè quasi sempre fuoro.
"Canto degli angeli XXVIII Canto del Paradiso"


E lentamente il vento mi risveglia, e il tuo spiegar d'ali già mi commuove, soavi, sublimi sono i tuoi passi per te che cammini in un pavimento di rose e narcisi, sembran dei girasoli oppur noi somigliam loro?
Non v'è risposta e tu non mi rispondi dolce angelo che a volte mi confondi...
eppur potresti accoccolarti a me una volta ancora, una sola volta...
e riscoprir con me la dolce aurora.
F. Pes







 

4 settembre 2009
si ritorna a casa...
Dopo tanto girovagare tra una pagina di facebook ed un'altra ho sentito il bisogno di ritornare a casa, alla prima casa intendo: quella da cui è cominciato tutto.
Eccomi quà quindi ad aprire di nuovo le porte ed a proseguire un non sò bene cosa, ma che di sicuro un tempo mi ha aiutato a non sentirmi sola...ora però mi siedo, apro le finestre e dò un'occhiata in giro eee...e domani si vedrà!

Mi Casa es su Casa
29 aprile 2009
ansiosa((la))mente

...questo suo modo di essere e di non essere, relativo alla sensazione dolorosa e stupefacente di sentirsi attori di se stessi e dei propri sentimenti, interpreti di realtà modificate e modificabili da improvvisi quanto inaspettati cambi di scena su un palcoscenico in cui si susseguono maschere tragiche, poi comiche, poi ancora tragiche, ad libitum, e che mutano in misura dei nostri stessi disperati mutamenti. Ci interessano le sue "voci di dentro" attraverso le quali esprime la propria lucida inquietudine.


Non sono nulla, non posso nulla,
non perseguo nulla.
Illuso, porto il mio essere con me.
Non so di comprendere,
né so se devo essere,
niente essendo, ciò che sarò.
A parte ciò, che è niente, un vacuo vento
del sud, sotto il vasto azzurro cielo
mi desta, rabbrividendo nel verde.
Aver ragione, vincere, possedere l'amore
marcisce sul morto tronco dell'illusione.
Sognare è niente e non sapere è vano.
Dormi nell'ombra, incerto cuore.

Fernando Pessoa

 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. incertezze ansia una notte insonne

permalink | inviato da a n g e l s il 29/4/2009 alle 16:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
1 aprile 2009
i consigli per gli acquisti più belli che io abbia mai visto

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pubblicità geniali

permalink | inviato da a n g e l s il 1/4/2009 alle 20:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
30 marzo 2009
per intenderci...
 … la sensazione non compendia in sé tutta la vita conoscitiva, é insufficiente a farci intendere il reale nella sua interezza…ognuno in base alle condizioni in cui si trova può vantar pretese d’aver in suo possesso la verità; nessun giudice può dar torto all’uno piuttosto che all’altro, anzi non può nemmeno esservi un giudice, essendo tutte le pretese d’eguali forza e legittimità e nessuna potendo sovrastare alle altre. La sensazione, poi, é generata; come tale, essa non ha in sé il proprio essere, ma rimanda a ciò da cui é generata. E, in fin dei conti, la sensazione é individuale e irrelata: l’occhio vede, l’orecchio sente, ma né la sensazione dell’occhio ha relazione con quella dell’orecchio, né viceversa; ciascuna colpisce un aspetto singolo dell’oggetto … (Questo è solo una parte di quanto dice Platone riguardo alle sensazioni)

Ora detto papale papale è un po’ di tempo che vedo  atteggiamenti tali e che sento parole tali da  generare in me un’eguale sensazione…certo è mia personale e non so quanto può esserci di reale e quanto di suggestionato, pertanto non pretendo d’essere io dalla parte della verità... anche perchè  nelle condizioni in cui sto ME NE FREGO!
19 marzo 2009
se potessi raccontarti una storia è così che inizierei...



John Lennon affermava che la vita è quello che ti capita mentre stai facendo altri progetti. E’ vero…cazzo se è vero!
Sin dall’adolescenza non ho fatto altro che sognare…passavo il tempo ad immaginare il mio futuro…a quando mi sarei laureata…a quando avrei incontrato il principe azzurro, a come sarebbe stato, alla nostra prima volta, al matrimonio, ai figli e blablablabla…il risultato? Nulla è stato come speravo…meglio, molto meglio!
Eppure se adesso iniziassi a raccontare della mia vita si capirebbe che non è stata poi come si dice “ori e fiori”…almeno non sempre. Il fatto è che, come dice Eraclito, non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti…l’imprevisto nell’imprevisto, come dico io. Quindi una volta capito che è inutile farsi progetti e che è bene iniziare a vivere il presente facendo tesoro di tutto ciò che accade, nel bene e nel male, allora sì che si è felici!
Ecco perchè dico meglio...capisci?...

…eggià lo dimentico sempre…tu queste cose le sai…le hai sempre sapute!

Oggi però mi andava di parlarti di me, di quello che sento...mi andava di restare un po’ qui…seduta a guardarti…con la voglia di darti un bacio!

2 marzo 2009
c'è poco di cui conversare!

conversazione da grazie, davvero.
E uno studioso domandò:
Che puoi dirci del Conversare?
Ed egli rispose:
Voi parlate quando non siete più in pace con i vostri pensieri;
E quando non potete più abitare nella solitudine del cuore, vivete nelle labbra,
e il suono è distrazione e passatempo.
E in molti vostri discorsi, il pensiero è quasi ucciso.
Perché il pensiero è un uccello dell'aria,
che in una gabbia di parole può spiegare le ali, ma non può certo volare.
In mezzo a voi ci son di quelli che cercano i loquaci per paura di star soli.
Il silenzio della solitudine scopre il vuoto ch'è in loro, che invece vogliono fuggire.
E ce ne sono che parlano, e senza intenzione o sapere rivelano una verità che neppur essi comprendono.
E c'è chi ha in sé la verità, ma non la esprime con parole.
Nel suo petto lo spirito dimora in armonioso silenzio.
Quando incontrate un amico per la strada o nella piazza del mercato,
lasciate che lo spirito ch'è in voi muova le vostre labbra e diriga la lingua,
E che la voce nella vostra voce parli all'orecchio del suo orecchio;
Perché l'anima sua conserverà la verità del vostro cuore come un vino di cui si ricorda il sapore,
Anche quando il colore sarà dimenticato e il vaso più non esiste.
K. Gibran

19 febbraio 2009
Inciuci Sanremesi

Quando l'ho vista scendere dalla scala del palco dell'Ariston mi son detta: " E chi è questa Ugly Betty???...ma dove l'hanno pescata...una voce non notevole, non proprio bella e all'apparenza decisamente inbranata...mah!"
Poi ho ascoltato la canzone e, a dirla tutta, l'ho trovata irresistibile...orecchiabile al 100% ed il testo esprime in pienezza il significato del titolo...mmhmmh, mi piace...sisisisi mi piace proprio!

Arisa - Sincerità

16 febbraio 2009
aria di marzo...aria pazza...tempeste ormonali!
Proprio una bella giornata, che dire?!…un cielo limpido, un candido sole, un’aria fresca di nuove cose quasi come a sentire l’arrivo della primavera. Provo a respirare profondamente e a chiudere gli occhi…non so perché, ma mi ritrovo a pensare a quei giorni …alla gita scolastica, alla spensieratezza che faceva <b>Marzo, tutti in gita scolastica<br>Tre milioni di studenti in viaggio</b>di un giorno uno di quelli indimenticabili da scriverci pagine e pagine di diario segreto.
Ripensavo agli scongiuri dei giorni addietro affinché nel giorno della gita ci fosse il sole; all’eccitazione nello scegliere cosa indossare con la speranza che “Lui” si accorgesse di te; alla paura di non sentire la sveglia in tempo, e alla mania di svegliarsi ogni ora per guardare l’orologio.
Alla fine però è tutto pronto... si dà il via all’appello prima della partenza (appello noiosamente ripetuto ad ogni salita e discesa del pullman) accompagnato dalle solite raccomandazioni dei professori, ma tanto ci sarà sempre qualcuno che si perderà!
In ogni gita scolastica che si rispetti non può mancare la musica…una colonna sonora chilometro dopo chilometro accompagnata da un via vai tra ragazzi seduti nell’ultima fila, logicamente i primi posti ad essere occupati e contesi, e la postazione dell’autista per decidere cosa ascoltare.
Ahahah…avventure dentro le amicizie, amori che nascono, primi baci, milioni di foto scattate…tutto accade in un solo giorno!
E senza accorgersene si è già sul pullman per il ritorno e, come da copione,  si intona una sola canzone…

..respiri piano per non far rumore…

9 febbraio 2009
C'era un senso di te...



A un passo dal possibile...a un passo da te...

paura di decidere...paura di me...

                                                                                                  
eppure sentire i fiori tra l'asfalto....

eppure sentire nei sogni in fondo a un pianto...


c'era un senso di te...ora senso non c'è!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ciao eluana

permalink | inviato da a n g e l s il 9/2/2009 alle 21:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
28 gennaio 2009
un copia ed incolla da facebook

sfoglia
aprile       
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
Feed
blog letto 1 volte